• DOVE MI TROVO: Trnovo (Fbih), Bosnia and Herzegovina
  • AGGIORNATO AL: 21/07/2024
  • SONO A 731.85KM DA CASA
Logo Plan B Project

Come scrivere una landing page nel 2022

Non tutto sanno come scrivere una landing page. Questo può sembrare un compito complesso, ma con le giuste direttive è relativamente semplice.

Consulta i termini della privacy policy.*

Dopo aver imparato a scrivere in modo persuasivo e aver preso confidenza con le tecniche di copywriting, vorrai cimentarti su come scrivere una landing page. Non è un compito semplice, ma con questa guida approfondita che stai leggendo le cose saranno più semplici.

Una landing page può essere la pagina a cui si viene portati quando si clicca su un annuncio. Può anche essere la pagina che segue una call-to-action o servire come homepage di un sito web. Indipendentemente da come si “atterra” su una landing page, il suo scopo è quello di incoraggiare la conversione. Per questo motivo, le landing page sono componenti straordinariamente potenti della strategia di marketing dei contenuti di un’azienda.

Dovresti mettere la progettazione e realizzazione di landing page nella tua content strategy, controllando il loro andamento utilizzando un calendario editoriale.

landing page come scrivere una landing page cover

Cos’è una landing page?

Una landing page è una pagina web con uno scopo specifico, ossia convertire i visitatori in contatti (leads) o clienti. Nonostante ci siano molti tipi di landing page l’intento è sempre lo stesso: ottenere più contatti.

Le landing page contengono moduli di contato che chiedono ai visitatori le loro informazioni in cambio di qualcosa di valore. Questo potrebbe essere un ebook, una newsletter o l’accesso a un’area riservata del sito.

Pensando a quanto siamo protettivi nei confronti delle informazioni personali, cosa spingerebbe una persona a dare le proprie su una landing page?

È qui che entrano in gioco le best practice su come scrivere una landing page. Una landing mirata e ben realizzata con un formato solido e un buon testo convincerà quasi chiunque a fornire le proprie informazioni.

Questa guida

Questa guida approfondita è divisa in sei parti:

  1. Best practice su come scrivere una landing page
  2. Design di una landing page
  3. Il testo
  4. Testare una landing page
  5. Tracciamento delle metriche
  6. Consigli sulle landing page

Sentiti libero di saltare da una sezione all’altra.

Perché hai bisogno di una landing page?

Perché dovresti creare una pagina speciale solo per le persone che compilano un modulo? Perché non usare semplicemente la tua homepage o la tua pagina di presentazione? Queste sono ottime domande.

Dopo aver letto questo articolo, sarai in grado di rispondere da solo, ma per dirla breve: Una landing page elimina le distrazioni rimuovendo la navigazione, i link concorrenti e le opzioni alternative in modo da catturare l’attenzione completa del tuo visitatore. Avere l’attenzione completa significa che puoi guidare il visitatore dove vuoi che vada, vale a dire, al tuo modulo di richiesta. In sintesi, le landing page sono specificamente progettate per creare conversioni.

Ora che hai capito la loro importanza, esaminiamo le best practice delle landing page per assicurarci che le tue pagine siano impostate per convertire.

Landing Page perché averne una

Best practice su come scrivere una landing page

1. Crea un’intestazione incentrata sui benefici

Per ogni 10 persone che visitano la tua landing page, almeno sette di loro se ne andranno subito. Per mantenere questo numero (bouncing rate) basso, i tuoi visitatori hanno bisogno di sapere (e capire) cosa offri loro entro pochi secondi dall’arrivo. La tua headline è la prima cosa che leggeranno e dovrebbe comunicare in modo chiaro e conciso il valore della tua landing page e della tua offerta.

2. Scegli un’immagine che illustri l’offerta

Sì, un’immagine è obbligatoria, e dovrebbe essere in linea con le tue target personas e il pubblico dei riferimento. Lo scopo della tua immagine è di trasmettere una sensazione che dovrebbe illustrare come il tuo visitatore si sentirà una volta che avrà ricevuto la tua offerta. Certe immagini possono funzionare meglio di altre, quindi dovresti sempre fare uno split test delle opzioni (di cui parleremo più avanti).

3. Scrivi un testo convincente

Non passare tutto quel tempo a creare il titolo perfetto e a trovare l’immagine ideale per poi cedere quando si tratta di scrivere le parole che venderanno effettivamente la tua call-to-action. Il tuo testo deve essere chiaro, conciso e deve guidare il tuo visitatore all’azione che vuoi che compia. Una copy convincente parla anche direttamente al visitatore usando il “tu” e il “tuo” per farlo sentire coinvolto. Andremo più in profondità sui consigli per il testo più avanti. Per il momento ti ricordo che la cosa importate qui è scrivere in modo persuasivo.

4. Includi il modulo per il contatto above the fold (nella parte superiore della pagina)

Il tuo modulo deve essere facilmente accessibile nel caso in cui il tuo potenziale cliente voglia convertire subito. Non vuoi assolutamente che cerchi e scansioni la tua landing page per trovare l’offerta. “Above the fold” significa semplicemente che i visitatori non devono scorrere per arrivare al modulo, quindi che è in vista non appena qualcuno arriva sulla pagina. Il modulo può essere un vero modulo, ma anche un pulsante con il link al modulo. Ancora meglio: se puoi progetta il modulo per seguire lo scorrere della pagina con l’utente.

5. Aggiungi una call-to-action (CTA) chiara ed evidente

La call-to-action (CTA) è probabilmente l’elemento più importante della tua landing page. È uno dei tanti elementi che incoraggiano la conversione. Il pulsante CTA deve risaltare, il che significa che dovresti usare un colore che contrasti con gli altri elementi della pagina. Sii chiaro su ciò che vuoi che i visitatori facciano, cioè, usa un verbo d’azione che glielo spieghi, come “invia”, “scarica”, o “ottieni ora”. Maggiori informazioni sulle migliori pratiche CTA qui sotto.

6. Offrire un’offerta rilevante

Pensa alla tua landing page come una parte del viaggio del tuo lead verso la tua offerta finale, il tuo prodotto o servizio. La tua offerta è la cosa che dai in cambio delle informazioni personali del contatto. Non solo dovrebbe essere abbastanza convincente per il tuo visitatore a fornire le sue informazioni di contatto, ma dovrebbe anche essere rilevante per il tuo business.

Ipotizziamo che vendi ferri di cavallo:
La tua offerta potrebbe essere un contenuto ebook come “10 modi semplici per dimensionare gli zoccoli del tuo cavallo”, perché, in definitiva, stai per chiedere a quel lead di comprare i tuoi ferri di cavallo. Non avresti gli stessi risultati con un’offerta sull’agricoltura biologica perché questo mette le lead su un percorso completamente diverso. Parleremo più avanti di come fare offerte convincenti.

7. Chiedi solo ciò di cui hai bisogno

Vuoi raccogliere quante più informazioni possibili sul tuo contatto, ma quanto chiedi dipende da diversi fattori: quanto bene ti conoscono, dove sono nel loro percorso di acquisto e quanto si fidano di te. Chiedi il minor numero di informazioni di cui hai bisogno nel tuo modulo per evitare di spaventare l’utente. Un nome e un’email sono più che sufficienti per iniziare una nuova lead.

Landing page form

8. Rimuovi tutta la navigazione

La tua landing page ha un obiettivo e un solo obiettivo: convertire i visitatori in lead. Qualsiasi link concorrente, compresi i link interni, distrae da questo obiettivo. Rimuovi qualsiasi altro link sulla tua pagina per attirare tutta l’attenzione dei tuoi visitatori sulla tua call-to-action.

9. Rendi la tua pagina responsive

Proprio come ogni altra pagina del tuo sito web, le tue landing page devono essere responsive per adattarsi ad ogni esperienza di visualizzazione. L’ultima cosa di cui hai bisogno è che il tuo modulo non sia visibile sui dispositivi mobili. Dai ai tuoi visitatori tutte le opportunità possibili per convertire, indipendentemente da come stanno visualizzando la tua pagina.

10. Ottimizza per la ricerca

Sicuramente porterai i visitatori sulla landing attraverso campagne email, post sui social e altre strategie di marketing, ma la tua pagina dovrebbe anche essere ottimizzata con parole chiave per la ricerca organica. Quando qualcuno cerca la keyword corretta, dovrebbe trovare la tua landing page. Allo stesso modo, quando si punta a una parola chiave con annunci a pagamento, quelle parole dovrebbero esistere sulla tua pagina di destinazione.

11. Ricordati di usare una pagina di ringraziamento

Una pagina di ringraziamento è dove invii i contatti una volta che hanno completato il tuo modulo. Ora, si potrebbe semplicemente mostrare un messaggio di ringraziamento sulla stessa pagina o abbandonare del tutto il ringraziamento, ma ci sono molte ragioni per cui questa non è l’opzione migliore.

Una pagina di ringraziamento serve a tre scopi importanti:

  1. Consegna l’offerta che hai promesso (di solito sotto forma di un download istantaneo)
  2. Ti dà l’opportunità di mostrare al tuo nuovo contatto a contenuti aggiuntivi rilevanti
  3. Serve come un’opportunità per ringraziare per l’interesse, il che va aiuta nel convertirli in clienti più avanti.

Design di una landing page

Una buona notizia è che non c’è bisogno di essere molto creativi. La maggior parte delle landing page segue una struttura molto simile perché è stato dimostrato che funziona. Puoi infondere la tua creatività attraverso elementi e immagini professionali, ma attieniti a un formato di landing page che le persone sono abituate a vedere.

Per sapere come scrivere una landing page eccezionale, devi sapere che questa ha cinque elementi principali:

  1. Un titolo che cattura l’attenzione del visitatore
  2. Un’immagine pertinente che sia rilevante per il tuo pubblico
  3. Modulo di contatto che si trova above the fold per convertire i visitatori
  4. CTA orientata all’azione e convincente
  5. Testo e descrizione che informi e invogli il tuo visitatore a completare il tuo modulo
Design di una Landing Page

Questo è semplicemente il minimo indispensabile. Devi conoscere il tuo pubblico, da dove viene e dove si trova nel suo percorso di acquisto per sapere quanto hai bisogno di includere. La regola generale è quella di includere tante informazioni quante ne servono per far convertire le gli utenti.

Layout della pagina di destinazione

Questo può sorprenderti, ma la maggior parte delle persone non legge ogni parola del testo. Invece, scremano e tirano fuori le cose più importanti per loro. Il tuo compito è quello di far risaltare le cose sulla pagina in modo che il tuo visitatore non perda nulla di importante.

Questo significa:

  • Tieni le informazioni più importanti above the fold in modo che il tuo visitatore non abbia bisogno di scorrere per raggiungerle.
  • Esegui un blink test sulla tua pagina, il che significa che un visitatore dovrebbe essere in grado di raccogliere il messaggio principale in un tempo inferiore a quello necessario per sbattere le palpebre, cioè meno di cinque secondi.
  • Usa lo spazio bianco (o negativo) per mantenere il tuo visitatore impegnato, concentrato e per aiutarlo a comprendere il messaggio.
  • Scrivi con punti e paragrafi brevi per rendere il tuo testo facile da digerire.
  • Cerca di sistemare il testo importante in un modello a F, che è il modo in cui la maggior parte delle persone scansiona una pagina online. Lavora con il flusso dei modelli visivi per guidare le persone ai punti chiave che le porteranno a convertire.
Layout di una Landing Page

Colori della landing page

Il design della tua landing page, compresi i colori che usi, dovrebbe riflettere quello del tuo sito web. Stai puntando a formare una relazione a lungo termine con le persone che visitano la tua pagina e questo significa che hanno bisogno di familiarizzare con i colori del tuo marchio e con il tuo stile unico. Più riconoscono il tuo marchio, più si fidano di te, e più si fidano di te, più è facile fargli fare quello che vuoi che facciano.

Le aree in cui dovresti considerare l’uso di colori alternativi sono sugli elementi della vostra pagina che hanno bisogno di distinguersi, quindi il pulsante della CTA. Il contrasto è quello che dovrai fare.

Immagini della landing

L’immagine della landing è una delle prime cose che le persone vedono, e dato che le persone elaborano le immagini molto più velocemente del testo, stabilisce il tono per la loro intera esperienza. Ma come puoi scegliere tra milioni di foto stock?

Restringiamo la selezione con alcune domande importanti:

Chi è il mio pubblico di riferimento?

Che aspetto ha il tuo utente? Quanti anni? Come si veste? A cosa è interessato? Le risposte a queste domande sono importanti per determinare quale immagine metterai in cima e al centro della tua pagina di destinazione. Se deve attrarre il tuo pubblico, allora deve rappresentarlo in qualche modo.

Dove voglio che guardino nella landing page?

Questa potrebbe sembrare una domanda strana, ma in realtà si basa sull’idea che le persone seguono i segnali direzionali, ossia dove qualcuno sta guardando o indicando. Se vuoi che i visitatori compilino un modulo, considera un’immagine che guidi la loro attenzione verso quel modulo.

Questa immagine rafforzerà il mio messaggio?

Ogni elemento della tua landing page ha uno scopo importante. Poiché la tua immagine è una delle prime cose che le persone vedono, dovrebbe aiutare a chiarire cosa il visitatore può aspettarsi dalla pagina. Assicurati che la tua immagine aggiunga valore.

landing page landing page moodboard
Creative postcard set on a blue wall

Call-to-action (CTA)

Abbiamo citato la CTA un paio di volte finora, ma dato che è la parte più importante della landing page, vale la pena menzionarla di nuovo. Quando si tratta del design della CTA, ci sono alcuni trucchi che la renderanno così attraente che i visitatori si sentiranno obbligati a cliccare. Per chiarire, la CTA include il pulsante e il testo che usi per attirare l’attenzione su di esso; questi consigli coprono entrambe le cose:

  • Dai alla CTA un colore vibrante e contrastante
  • Concentra il testo CTA sul beneficio per il tuo visitatore
  • Vai al punto, prova ad usare non più di cinque parole
  • Dì al tuo visitatore cosa vuoi che faccia usando i verbi d’azione, ad esempio Ottieni, Scarica, Clicca
  • Rendi il pulsante abbastanza grande da risaltare sulla pagina
  • Usa lo spazio negativo: non affollare l’area intorno al tuo CTA
  • Segui il flusso della pagina e posiziona la CTA dove gli occhi dei tuoi lettori andranno, ad esempio a destra o sotto il testo
  • Testa la forma del pulsante, testa il testo. Di fatto testa tutto (spiegheremo come farlo di seguito)
landing page landing page cta
Text Call To Action typed on retro typewriter

Landing page mobile

Più della metà del traffico web proviene da dispositivi mobili, quindi l’esperienza dell’utente dovrebbe essere la stessa indipendentemente dal dispositivo che i visitatori stanno utilizzando. Rendendo la tua landing page responsive, darai loro tutte le opportunità di visualizzare e convertire, che siano su desktop, telefono, tablet o altro.

Testo della landing page

Dopo il design viene il testo. Il tuo obiettivo è quello di essere convincente, istruttivo, simpatico, conciso, efficace, affidabile e informativo allo stesso tempo. Come fare? Ecco alcuni spunti per farlo.

Testo di una Landing Page

1. Coprire i punti principali

Non importa come li posizioni, ci sono alcuni punti principali che dovrai colpire con il testo. Questi punti principali sono il punto dolente della dell’utente, la soluzione a quel punto doloroso, come funziona la tua soluzione (caratteristiche), come la tua soluzione migliorerà la loro situazione (benefici) e la verifica che funziona (prova sociale).

La maggior parte di ciò che scrivi deve riguardare come puoi aiutare il vostro potenziale cliente.

Il punto di dolore

Il punto di dolore su cui ti concentri dovrebbe essere quello che la tua offerta risolve. Non per sembrare negativo, ma è importante toccare il problema che la tua persona sta affrontando in modo che sappia che tu capisca cosa sta passando. L’empatia è un modo efficace per costruire la fiducia. E se sanno che capisci il loro problema, allora è più probabile che si fidino della soluzione.

La soluzione

La soluzione al loro punto dolente è ciò che offri in cambio delle loro informazioni. Illustra un percorso chiaro tra il loro problema e come la soluzione è il rimedio di cui hanno bisogno.

Caratteristiche

Sapere semplicemente qual è la tua soluzione potrebbe non essere sufficiente per convertire gli utenti, quindi devi dire cosa è incluso in quella soluzione. Se si tratta di un ebook, quali sono gli argomenti trattati? Se stai promuovendo un webinar, come funzionerà e cosa insegnerai? Se si tratta di un servizio, cosa possono aspettarsi? Dai al tuo potenziale lead tutte le informazioni di cui ha bisogno per prendere una decisione.

Caratteristiche del testo

Vantaggi

Il testo della landing page dovrebbe essere carico di benefici per l’utente, perché questo è ciò che gli interessa veramente. Mentre le caratteristiche elencano ciò che la tua offerta ha, i benefici dicono ai visitatori come la loro situazione migliorerà. Dipingi un quadro vivido di quanto migliore potrebbe essere la loro vita usando la tua soluzione.

Prova sociale

Gli studi dimostrano che la prova sociale è efficace per convincere le persone a compiere un’azione desiderata. La prova sociale si presenta sotto forma di loghi di marchi con cui hai lavorato, testimonianze di clienti precedenti, recensioni del tuo prodotto, o la conferma che altri hanno acquistato il tuo servizio. In sostanza, le persone vogliono sapere che anche altri hanno usato e beneficiato della tua soluzione. Includendo la prova sociale nella tua landing page, convalidi l’offerta senza dover dire nulla.

Prova sociale dell'offerta

Toccare ognuno di questi punti ti fornirà un testo completo che risponde a tutte le domande dei visitatori, il che mi porta al mio prossimo punto.

2. Rispondere preventivamente alle obiezioni.

Una parte fondamentale dello scrivere un testo persuasivo è smantellare le obiezioni prima ancora che vengano fuori. Ora, questo richiede una certa abilità o almeno l’aiuto di un amico.

Una volta che hai gettato le basi affrontando tutti i punti principali, mettiti nei panni del potenziale cliente e pensa a dove potrebbe protestare. Per esempio, se dici “Abbiamo aiutato le aziende Fortune 500 a portare clienti”, il tuo lettore potrebbe non crederti o dubitare a meno che tu non faccia seguire a questa affermazione una prova sociale.

Fai questo esercizio per ogni sezione della landing page (o chiedi ad un amico imparziale di aiutarti) fino a quando non avrai coperto ogni possibile obiezione che rimane.

Quando ricevi domande da persone che hanno visitato la tua landing page, usale come feedback per affinare ulteriormente la pagina. Meglio ancora, cerca una critica costruttiva dai tuoi primi contatti convertiti per assicurarti che la landing page soddisfi ogni esigenza.

3. Costruisci la fiducia con il tuo potenziale cliente

Diciamo che stai leggendo una pagina di vendita e l’azienda ha scritto: “Il nostro prodotto ha aiutato 100 persone e potrebbe funzionare anche per te!” Meh. Io probabilmente passerei oltre e troverei un’azienda che ha una soluzione che può sicuramente funzionare per me. Il tuo obiettivo è quello di costruire la fiducia con il tuo visitatore e il modo per farlo è quello di presentarsi come un’autorità.

Oltre ad usare la prova sociale, altri modi per costruire la fiducia sono:

  • Scrivi come parli e rivolgiti ai tuoi potenziali clienti come faresti con un cliente dal vivo.
  • Cita statistiche che supportano il messaggio.
  • Usa casi di studio che evidenziano clienti simili al vostro target.
  • Sii empatico. Mostra al pubblico che sei umano ammettendo i fallimenti, aprendoti sui dubbi che hai avuto ed essendo onesto.

4. Usa i click trigger

I click trigger sono progettati per eliminare quell’ultimo dubbio prima della conversione. Sono essenzialmente un testo posizionato accanto alla CTA che spinge il potenziale cliente a fare l’ultimo passo verso la compilazione del modulo.

Qui sotto ci sono alcuni modi efficaci per impiegare i click trigger:

  • Garanzia di rimborso
  • Annullamento facile dell’iscrizione
  • Citazione di un cliente di successo o felice
  • Trafiletto su “cosa aspettarsi”
  • Sconto
Usare i click trigger

Qualunque sia la tua scelta, i click trigger daranno alle tue landing page la spinta di cui hanno bisogno.

Testa la landing page

Tutto ciò che abbiamo discusso fino a questo punto è fichissimo in teoria. Ma il tuo business è diverso dagli altri e il tuo pubblico di riferimento è unico. Come fai a sapere se il testo che hai scelto funziona? O se il tuo posizionamento della CTA è giusto? O quali colori funzionano meglio? O quale immagine scegliere?

Vediamo brevemente come testare al meglio le tue landing page.

Cos’è il test A/B?

Il test A/B consiste semplicemente nel dividere il tuo traffico su due (o più) varianti di una pagina per vedere quale funziona meglio. Nonostante si possa fare manualmente lanciando una variazione per un periodo di tempo, poi un’altra per lo stesso periodo di tempo, è molto più efficiente usare un software che ti permetta di effettuare lo split test e possa tracciare i tuoi risultati.

I componenti principali di un test A/B sono:

  • le varianti, o le due versioni della pagina
  • il campione, o la pagina originale
  • lo sfidante, o la pagina che hai modificato per testare contro l’originale
Eseguire test a/b per la landing page

Come fare il test A/B

Il trucco più importante per lo split test è quello di fare piccole modifiche ad ogni esperimento. Per esempio, non vuoi fare lo split test della tua headline e della tua immagine allo stesso tempo, perché non saprai quale elemento ha portati i risultati migliori. Per questo motivo, limitati a testare un elemento alla volta. Il “vincitore” diventa il tuo campione, poi puoi creare un nuovo sfidante per testare l’elemento successivo. Ripeti questo ciclo finché non raggiungi un tasso di conversione che ti soddisfa.

Cosa dovresti testare?

Puoi testare praticamente tutto sulla tua landing page. Tuttavia, potresti voler limitare il tuo test ad alcuni degli elementi di maggior impatto della tua pagina, come:

  • Titolo della pagina
  • Immagine
  • Colore della CTA
  • Attivazione del clic
  • Testo della pagina
  • Lunghezza e campi del modulo di iscrizione

Questi test avranno il maggiore impatto sui tuoi tassi di conversione. Prova a iniziare con il cambiamento più semplice, come una headline o il colore della CTA, poi fatti strada verso le imprese più importanti, come il testo della pagina.

Tracciamento delle metriche

Le metriche ti diranno tutto quello che hai bisogno di sapere sull’efficacia della landing page e ti daranno anche qualche idea su come migliorarla. È difficile sapere esattamente cosa funzionerà quando si lancia una pagina. Misura e traccia meticolosamente all’inizio finché non raggiungete un tasso di conversione relativamente buono, poi potrai tracciare le metriche meno frequentemente.

Tracciare le metriche di una landing page

Visite della pagina

Quante visite stai ricevendo sulla landing page? Più visite, più aumentano le probabilità di conversione. Se usi degli annunci, prova a regolare la strategia di pagamento o a ridefinire le parole chiave per portare più traffico alla pagina. Puoi anche far sapere ai tuoi attuali follower della tua offerta tramite email, social media e sul tuo sito web.

Fonte del traffico

Sapere da dove proviene il tuo traffico ti permetterà di sapere dove dovresti focalizzare o abbandonare i tuoi sforzi.

Tasso di conversione

Questo è il numero di persone che completano il tuo modulo e arrivano alla tua pagina di ringraziamento. Ci sono molte modifiche che puoi fare alla tua pagina per aumentare questo numero, ma assicurati di fare un test A/B per sapere cosa sta funzionando.

Contatti

I contatti si riferiscono al numero di contatti che hai generato dal tuo modulo. La ragione per cui questo è diverso dalle conversioni è perché i contatti duplicati sono contati solo una volta, il che significa che se un tuo contatto compila il modulo per ricevere l’offerta, non influenza il conteggio.

Heatmap

Questa è più un’osservazione di come le persone interagiscono con la pagina più che una metrica. La heatmap può mostrare dove le persone scorrono, cosa leggono e come si impegnano con la vostra pagina. Questi sono tutti dati utili quando si pensa al layout e alla struttura della pagina.

Tasso di rimbalzo (bouncing rate)

Se i visitatori arrivano sulla tua pagina e se ne vanno immediatamente, allora devi esaminare se il contenuto è in linea con l’offerta. Il tuo testo cattura l’attenzione dei visitatori e i visitatori sanno cosa fare quando arrivano sulla landing page?

Abbandono del modulo

Questa metrica ti dice quante persone iniziano a compilare il tuo modulo ma non lo completano. Se questo numero è particolarmente alto, alcuni aggiustamenti da considerare sono l’introduzione di nuovi trigger di clic, l’accorciamento del tuo modulo, o il rendere più chiaro cosa vuoi che il tuo visitatore faccia.

bouncing rate del modulo della landing page

Consigli sulle landing page

Ci sono sempre delle modifiche che puoi fare per aumentare le prestazioni delle landing page, così come ogni contenuto di un sito. Di seguito ci sono alcuni ottimi consigli per migliorare le tue landing page.

Ottimizza la landing page

Ottimizzare è una parola che confonde, vero? Stiamo parlando di immagini, testo, parole chiave o UI? La risposta è sì, stiamo parlando di tutto questo. Ottimizzare significa semplicemente rendere la tua landing page il meglio che può essere, e questo può includere una miriade di modifiche, piccole e grandi.

Il consiglio che mi sento di darti per ottimizzare la pagina è controllarla regolarmente nel tempo. Verifica se riceve le dovute visite, se gli utenti la leggono, se converte, etc. Aggiorna lo stile e sistema il tempo ogni volta che pensi possa servire, magari sulla base di un’analisi dei risultati della search console a riguardo.

Presenta davvero una buona offerta

Si potrebbe sostenere che qualsiasi cosa gratuita si qualifica come “buona”, ma questo non è esattamente vero. Non solo la tua offerta dovrebbe essere gratuita, ma deve anche essere abbastanza buona da garantire che uno sconosciuto ti dia le sue informazioni personali. Ammettiamolo, ci sono un sacco di aziende che competono per l’attenzione del pubblico, chiedendo le loro informazioni e sollecitandoli poi via email. Quindi, cosa ti farà distinguere dal branco?

Ecco alcune domande per determinare se hai un’offerta convincente o no:

  • La mia offerta risolve un punto dolente per il mio pubblico di riferimento?
  • C’è un chiaro beneficio che un utente può ottenere da questa offerta?
  • La mia offerta può competere con la concorrenza?

Diminuire il tempo di caricamento della pagina

Un solo secondo di ritardo nel caricamento della pagina significa il 7% in meno di conversioni e l’11% in meno di visualizzazioni della pagina. I tempi di caricamento della pagina lenti possono anche portare all’insoddisfazione e alla frustrazione del cliente.

Inutile dire che il tempo di caricamento della landing page è una metrica da prendere sul serio. Le prestazioni del sito sono importanti, e soprattutto quelle delle landing. Esegui dei test di prestazioni mirati per la landing page e ottimizza tutto quello che puoi.

Landing page speed

Tieni a mente il viaggio dell’acquirente

Dal momento che stai portando traffico verso la tua landing page, dovresti avere un’idea chiara di dove si trovano i tuoi visitatori nel loro viaggio d’acquisto. Ciò significa che saprai se stanno cercando di diagnosticare un problema (consapevolezza), se stanno cercando una soluzione al loro problema (considerazione) o se sono pronti a comprare (decisione). Il testo e l’offerta dovrebbero riflettere questo se vuoi convertire.

Crea un’esperienza senza soluzione di continuità

Nessuno dovrebbe essere sorpreso quando arriva sulla tua landing page. Dovrebbe essere esattamente come pubblicizzato, cioè essere coerente con il contesto da cui viene. Usa le stesse parole che hai usato per far arrivare lì gli utenti, sia che si tratti di un annuncio a pagamento, di un post sui social, di una CTA sul blog o di un’email.

Creare un chiaro percorso di conversione

Non ci dovrebbero essere dubbi nella navigazione della tua landing page. Una volta che qualcuno arriva sulla tua pagina, dovrebbe essere chiaro quello che vuoi che faccia, lasciare le sue informazioni. Il tuo obiettivo è quello di guidare i visitatori verso il modulo usando spunti creativi.

Ecco alcuni modi per indirizzare il tuo visitatore verso una conversione:

  • Scegli un’immagine di una persona che sta guardando in direzione o che punta al tuo modulo
  • Rendi la CTA di un colore contrastante per attirare l’attenzione su di esso
  • Usare frecce che puntano al modulo per i contatti
  • Inserisci link che riportino le persone al modulo quando vengono cliccati
  • Dai alla CTA spazio negativo sulla pagina
  • Inquadra il modulo con un colore o un contorno in modo da farlo vedere per bene
Landing page percorso di conversione

Usa il senso di scarsità per la tua offerta

Poche tattiche di marketing emozionale funzionano bene come la paura, e la paura di perdersi qualcosa (più formalmente conosciuta come FOMO) è quella che più funziona nella rete. Ai consumatori non piace perdere la loro capacità di scelta e una volta che rendi chiaro che la tua offerta è molto richiesta e/o poco disponibile, si faranno in quattro per ottenerla.

L’altra ragione per cui questa tecnica funziona è perché la gente vuole cose che sono difficili da ottenere, questo significa valore ed esclusività.

Per mostrare la scarsità, menziona quanto poco della tua offerta è rimasto, includi un timer per il conto alla rovescia, usa parole come “finisce presto” o “ultima possibilità”. Ovviamente, vogliamo che sembri genuino, quindi utilizza solo tattiche che siano vere per il tuo business.

Senso di scarsità

Usa video

Il video marketing sta diventando sempre più popolare per una buona ragione. Non solo i clienti preferiscono vedere video dalle aziende, ma l’88% dei video marketer dice che i video danno loro un ROI positivo. La chiave è creare un video efficace che non distragga i visitatori dal tuo obiettivo finale: la call-to-action.

Se sei indeciso sull’uso dei video, ecco alcune ragioni che potrebbero spingerti a fare un passo indietro.

Il video offre i seguenti vantaggi:

  • Aumenta i tassi di conversione
  • È un modo più personale per condividere un messaggio e connettersi con i potenziali clienti
  • Può essere più coinvolgente di un’immagine e abituerà i visitatori a cliccare (e convertire)
  • Viene elaborato molto più velocemente del testo

Sei già confuso per tutti i modi in cui puoi migliorare le tue landing page? Certo, ce ne sono parecchi, ma questo significa solo che una landing page poco performante non deve rimanere tale. Scegli una tattica alla volta e ottimizza per quella.

Cresci meglio con le landing page

Le landing page rappresenteranno la maggior parte dei tuoi nuovi contatti, quindi richiedono la tua attenzione. Con il vasto numero di modifiche, aggiunte e variazioni che puoi implementare, non c’è motivo per cui tu non possa avere una landing page che converte efficacemente.

Finché seguirai le migliori pratiche di cui sopra, sarai sulla buona strada per una landing page ad alte prestazioni, e se hai bisogno di qualche suggerimento, non esitare a contattarmi!


Se ti è piaciuto l’articolo, non dimenticare di iscriverti alla newsletter per restare aggiornato sui prossimi contenuti!
Consulta i termini della privacy policy.*

Lascia un commento

Plan B Project
Servizi per il web

Contatti

  • Contattami
  • +39 375 835 7213
  • g.lanzi@planbproject.it