Differenza tra pagine e articoli in WordPress + 5 domande con risposte

La differenza tra pagine e articoli in WordPress può confondere. Quali tipi di contenuti vanno sugli articoli e quali sulle pagine? Scopriamolo!
Ultima modifica il 5 Marzo 2021
Tempo di lettura: 9 min.

Spesso i principianti di WordPress si confondono con le differenze tra pagine e articoli in WordPress. Per impostazione predefinita, la piattaforma viene fornito con due tipi di contenuto: articoli e pagine. Come principiante, ti starai probabilmente chiedendo qual è la differenza tra messaggi e pagine? Sembrano simili sia nella dashboard di WordPress che sul sito.

Ti potresti chiedere: perché ho bisogno di entrambi? Quando dovrei usare i post? Quando dovrei usare le pagine?

In questo articolo spiegherò la differenza tra pagine e articoli in WordPress.

Nota: In italiano “post” e “articoli” sono termini che indicano la stessa cosa, nonostante, in inglese, “post” può indicare sia pagine che articoli in contesti tecnici. In questo articolo userò la concezione italiana di “post”: come sinonimo di “articolo”.

Cosa sono gli articoli (o post)?

I post sono contenuti del blog elencati in ordine cronologico inverso (i contenuti più recenti in alto). Per impostazione predefinita, vedrai i post elencati sulla tua pagina del blog. Se usi WordPress come un blog, finirai per adoperare i post per la maggior parte del contenuto del tuo sito.

Puoi aggiungere e modificare i tuoi articoli WordPress dal menu “Posts” nella vostra dashboard. Ecco come appare la schermata Aggiungi nuovo post.

Differenza tra pagine e articoli in WordPress
La dashboard dove selezionare gli articoli

A causa del loro ordine cronologico inverso, gli articoli sono destinati ad essere legati al momento di pubblicazione, e quindi fugaci. I post più vecchi vengono archiviati in base al mese e all’anno.

Man mano che i post diventano più vecchi, l’utente deve scavare più a fondo per trovarli. Hai la possibilità di organizzare gli articoli in base alle categorie e ai tag.

Categorie e tag in Gutenberg
Categorie e tag in Gutenberg

I post di WordPress vengono pubblicati tenendo conto della data e dell’ora e vengono diffusi attraverso i feed RSS. Questo permette ai tuoi lettori di essere avvisati dell’aggiornamento più recente dei post tramite i feed.

I blogger possono utilizzare i feed RSS per trasmettere le e-mail attraverso servizi come Constant Contact, Aweber o MailChimp. Potresti creare una newsletter giornaliera o settimanale per il tuo pubblico.

La natura puntuale dei post (soprattutto se pubblicati a scadenze prefissate) la rende estremamente social. Puoi utilizzare uno dei tanti plugin di condivisione per consentire ai tuoi utenti di condividere i tuoi articoli su Facebook, Twitter, LinkedIn, Pinterest, ecc.

I post incoraggiano la conversazione. Hanno una funzione di commento integrata che permette agli utenti di commentare un particolare argomento. Per impostazione predefinita, i commenti, i pingback e i trackback sono abilitati.

Commenti Post in gutenberg
Commenti Post in gutenberg

Puoi andare in Impostazioni > Discussione per disattivare i commenti sui vecchi post, se vuoi.

I post di WordPress mostrano, di solito, il nome dell’autore e la data di pubblicazione o di aggiornamento.

Dopo il contenuto principale dell’articolo, c’è la sezione commenti, che di solito non c’è su una pagina.

Ora sai cosa sono i post. Diamo un’occhiata alle pagine e capiamo perché sono diverse.

Cosa sono le pagine in WordPress?

Le pagine sono contenuti statici di tipo una tantum come la tua pagina about, l’informativa sulla privacy, la pagina dei contatti, ecc. Nonostante il database WordPress memorizzi la data di pubblicazione della pagina, le pagine sono entità senza tempo e la loro data, solitamente, non viene mostrata al visitatore.

Per esempio, la tua pagina About non dovrebbe scadere, è diventare obsoleta. Certo si può tornare fare degli aggiornamenti, ma suppongo che non vorrai mostrare “pagina About 2020”, “pagina About 2019”, etc. Poiché non ci sono data e ora legate alle pagine, esse non sono incluse nei vostri feed RSS per impostazione predefinita.

Puoi aggiungere e modificare le pagine in WordPress dal menu Pagine nella tua dashboard. Ecco come appare la schermata Aggiungi nuova pagina:

Dashboard pagine
Dashboard pagine

Le pagine non sono destinate ad essere social nella maggior parte dei casi, quindi solitamente non includono pulsanti di condivisione. Per fare un esempio: nella maggior parte dei casi, non vuoi che altri twittino la tua pagina di privacy policy.

Per lo stesso motivo, le pagine non includono nemmeno i commenti. Non vuoi che gli utenti commentino la tua pagina dei contatti o la pagina delle spedizioni del tuo ecommerce. C’è un’opzione per abilitare i commenti, tuttavia, è disabilitata di default per le tue pagine WordPress.

A differenza dei post, le pagine sono di natura gerarchica. Ad esempio, è possibile avere delle sottopagine o pagine figlio dipendenti di una pagina. Si può facilmente trasformare una pagina in sottopagina scegliendo una pagina genitore dagli attributi della pagina quando si modifica una pagina.

Gutenberg pagina
Opzioni di una pagina in Gutenberg

WordPress per impostazione predefinita è dotato di una funzione che consente di creare modelli di pagina personalizzati utilizzando il tema. Questo permette agli sviluppatori di personalizzare l’aspetto di ogni pagina quando necessario.

Nella maggior parte dei temi, post e pagine hanno più o meno lo stesso aspetto. Ma quando si utilizza la pagina per creare una landing page o una galleria, allora la funzione dei modelli di pagina personalizzati è molto utile.

Le pagine hanno anche questa funzione arcaica chiamata ‘Ordine’ che permette di personalizzare l’ordine delle pagine assegnandogli un valore numerico. Tuttavia, questa funzione è estesa da plugin come Simple Page Ordering che permette di trascinare e rilasciare l’ordine delle pagine.

Ora che hai capito la differenza tra pagine e articoli in WordPress, vediamo quali funzionalità sono peculiari dei due tipi di contenuti.

Artioli e pagine, le differenze chiave

Per riassumere, qui di seguito sono riportate le principali differenze tra pagine e articoli in WordPress.

  • Gli articoli mostrano una data di pubblicazione mentre le pagine sono senza tempo.
  • I post sono social mentre le pagine no.
  • Gli articoli sono organizzati per categorie e tag, le pagine sono gerarchiche e possono essere organizzati come figlio e genitore.
  • Gli articoli sono inclusi nei feed RSS mentre le pagine no.
  • I post mostrano autore e data di pubblicazione le pagine no.

Le differenze sopra elencate possono avere delle eccezioni. È possibile utilizzare i plugin per estendere le funzionalità di entrambi i tipi di contenuto. Nonostante queste differenze, ci sono alcune somiglianze tra pagine e post in WordPress.

In primo luogo, sono entrambi utilizzati per la pubblicazione di contenuti. È possibile aggiungere testo, immagini, moduli, ecc. sia ai post che alle pagine. C’è un metacampo di immagini in entrambe le pagine e nei post.

È possibile costruire un sito web senza mai utilizzare gli articoli o le funzioni di blogging di WordPress. È anche possibile creare un sito web aziendale con pagine e una sezione blog separata per le vostre notizie, annunci e altri articoli.

5 domande frequenti

FAQ

Di seguito sono riportate alcune delle domande più frequenti che ho sentito da parte dei clienti su post e pagine, e su come utilizzarle correttamente in WordPress.

1. Quanti articoli e/o pagine posso avere?

Puoi avere tutti i post e le pagine che vuoi. Non c’è limite al numero di articoli o pagine che possono essere creati.

2. Ci sono vantaggi SEO per l’uno o l’altro?

Ai motori di ricerca piacciono i contenuti da organizzare. I contenuti evergreen sono considerati più importanti; tuttavia, viene data priorità anche ai contenuti più recenti e tempestivi.

In breve, ci può essere una differenza, ma come principiante, non c’è bisogno di preoccuparsene. Concentrati sul rendere il sito organizzato per l’utente.

3. Quali pagine dovrei creare sul mio sito web o blog?

Dipende davvero dal tipo di blog o sito web che stai creando. Tuttavia, ho pubblicato un articolo a riguardo a cui forse vuoi fare una visita.

4. Posso passare da un post all’altro e viceversa?

Molti principianti aggiungono accidentalmente contenuti ai post quando vogliono effettivamente creare delle pagine. Allo stesso modo, alcuni nuovi blogger possono finire per salvare i post del blog come pagine.

Se hai appena iniziato, allora puoi facilmente risolvere il problema utilizzando il plugin post type switcher.

5. Ci sono altri tipi di contenuti in WordPress oltre ai post e alle pagine?

Sì, ci sono. Tuttavia, questi altri tipi di contenuti di default includono allegati, revisioni e menu di navigazione che normalmente non vengono utilizzati allo stesso modo dei post e delle pagine.

WordPress consente, inoltre, agli sviluppatori di creare i propri tipi di post personalizzati. Questa funzione è utilizzata dai plugin per creare ulteriori tipi di contenuto in WordPress. Ad esempio, se stai gestendo un negozio WooCommerce, allora vedrai un tipo di post ‘Prodotti’ nella tua area amministrativa di WordPress.

Spero che questo articolo ti abbia aiutato ad imparare la differenza tra pagine e articoli in WordPress e come utilizzarli. Potresti anche voler leggere la guida su come aprire un sito WordPress in 8 passaggi.

Corso di WordPress

Vorrei anche segnalarti che ho pubblicato un corso su WordPress, su come aprire un sito partendo da zero. Sono 12 ore di contenuti approfonditi, chiari e pratici su come aprire il tuo primo sito.

Puoi trovare il link qui sotto, e se ti iscrivi alla newsletter, riceverai un codice sconto per acquistare il corso a soli €14.99.

Ti aspetto nella newsletter!

Se ti è piaciuto l’articolo, non dimenticare di iscriverti alla newsletter per restare aggiornato sui prossimi contenuti!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

I corsi di Plan B Project su Udemy

Tabella dei Contenuti

Iscriviti alla newsletter

Tabella dei Contenuti
Giacomo Lanzi

Giacomo Lanzi

Dopo studi in psicologia e letteratura, dal 2010 mi sono dedicato alla grafica web e all'editing per testi universitari. Sono un content creator per il web dal 2012. Dopo un'esperienza di due anni come manager di un team italiano per una compagnia internazionale a Berlino, ho deciso di tornare alla libera professione e di dedicarmi del tutto al web. Oggi offro servizi come autore, content creator, grafico web e SEO expert. Mi caratterizzano un'attitudine al pensiero critico, abilità nella guida di un team, la cura dei dettagli e l'impegno che metto in ogni progetto, siano essi personali o professionali.

Nuovo
corso

approfitta degli sconti

WooCommerce da zero a esperto!

Il corso completo per imparare ad usare WooCommerce come un professionista. Ecco alcuni temi trattati:

  • Impostazione completa del negozio online
  • Personalizzazione delle email
  • Approfondimento di ogni funzione del plugin

Iscriviti qui sotto per avere subito un prezzo scontato.

Iscriviti alla newsletter
ottieni sconti e promozioni