Temi WordPress a pagamento o free? Guida alla scelta

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
I #temi #WordPress a #pagamento offrono una serie di vantaggi non trascurabili. Vediamo quali sono le principali differenze con quelli #gratuiti.
Tempo di lettura: 7 min.

La scelta dei temi WordPress disponibili è quasi illimitata, e questo prima di decidere se scegliere temi WordPress gratuiti o a pagamento. I temi WordPress a pagamento tendono a sedurci con il loro aspetto elegante e le loro ricche funzionalità, mentre i temi WordPress gratuiti sono sempre una tentazione per il cacciatore di affari che è in tutti noi. Quando si arriva al sodo, però, potresti accorgerti di non aver valutato attentamente le tue esigenze. Mi è successo varie volte, soprattutto all’inizio.

Per evitare confusione quando si considerano temi WordPress gratuiti o a pagamento, è fondamentale armarsi delle conoscenze necessarie e valutare i pro e i contro di ogni opzione, al fine di prendere una decisione informata. La domanda è semplice: temi WordPress a pagamento o free?

La differenza tra temi WordPress a pagamento e free

I temi gratuiti sono tipicamente prodotti da sviluppatori indipendenti, con un supporto limitato o nullo. È anche vero, però, che fornitori di fascia alta forniscono anche temi gratuiti a volte, come tentazione per le loro offerte a pagamento. Tuttavia, a causa della loro mancanza di costi, la qualità e le opzioni di personalizzazione possono variare notevolmente, e raramente raggiungono il benchmark fissato dai temi a pagamento.

Detto questo, un esempio gratuito di alta qualità può essere trovato nel tema Neve di ThemeIsle:

La cover del tema Neve di Theme Isle. Clicca sui link per visitare la pagina dedicata

I temi a pagamento, in genere, costano per una buona ragione. Dovrebbero essere ricchi di funzionalità, reattivi e ben supportati dal personale di assistenza del fornitore. Io dico che dovrebbero esserlo, perché non sempre è così. Tuttavia, come regola generale, ci si può aspettare un livello di qualità più elevato dai temi WordPress a pagamento rispetto alle loro controparti gratuite.

Per un esempio di un tema WordPress a pagamento davvero ben fatto, dai un’occhiata al tema Hestia PRO sempre di ThemeIsle:

Demo del Tema Hestia PRO di ThemeIsle.

Premium vs. Free – Comparazione

Se ti trovi ancora in un bivio, analizziamo insieme le differenze e i vantaggi principali di ogni percorso:

Temi WordPress gratuitiTemi WordPress a pagamento
Totalmente gratuito, senza vincoli.Generalmente il prezzo è ragionevole, considerando gli ampi benefici elencati di seguito.
I temi scaricati dal repository di WordPress.org sono stati sottoposti a un processo di revisione ufficiale.Non è necessario che siano sottoposti a un processo di revisione ufficiale prima di entrare sul mercato.
In genere hanno un numero minimo di feature, che a loro volta dovrebbero renderli più snelli e quindi più veloci.In generale, la qualità complessiva della costruzione è di gran lunga superiore. Questo può oscurare la natura veloce e snella dei temi free, in quanto un’opzione premium è progettata con in mente la velocità, nonostante la sua ricchezza di feature.
Raramente vengono forniti con la documentazione per l’uso, e il supporto può essere limitato.Il fornitore dovrebbe produrre un eccellente supporto, insieme alla documentazione per guidarvi attraverso il processo di installazione e personalizzazione.
Di solito mancano opzioni di personalizzazione approfondite. Potrebbe essere necessaria una certa conoscenza dei linguaggi per ottenere il meglio.In genere viene fornito con più feature di partenza, tra cui opzioni superiori di personalizzazione e integrazioni di applicazioni di terze parti per estendere le funzionalità del tuo sito web.
Anche se più caratteristiche sono spesso una buona cosa, alcuni temi premium soffrono di “tema gonfio”. Essenzialmente un tema così ricco di caratteristiche da influenzare la velocità di caricamento e potrebbe fornire funzionalità che nessuno utilizzerà mai al massimo delle potenzialità.
Gli aggiornamenti possono essere pochi e lontani tra loro. Nel corso del tempo, questo potrebbe portare a vulnerabilità di sicurezza.In genere si può fare affidamento su un ciclo di aggiornamento molto regolare per mantenere il tema al sicuro. Tuttavia, c’è sempre il pericolo che un fornitore di un tema interromperà un prodotto, lasciandovi con le stesse vulnerabilità di sicurezza a lungo termine come qualsiasi tema WordPress gratuito.
La navigazione e l’installazione di temi gratuiti sono più facili se si usa la directory dei temi dalla dashboard di WordPress.Disponibili in una vasta gamma di negozi a tema e venditori indipendenti.

Solo un suggerimento, la libreria ThemeIsle è fornita di una selezione di temi WordPress sia gratuiti che premium, il che lo rende un buon posto per confrontare e contrastare le due opzioni prima di fare la tua scelta finale.

Temi gratuiti o a pagamento?

La scelta non è facile.

Quando si tratta di scegliere tra temi WordPress gratuiti o a pagamento, alla fine dipende da te. Non c’è un’opzione davvero migliore su tutta la linea. Detto questo, io credo che i vantaggi di scegliere un tema a pagamento siano di gran lunga superiori a quelli di un tema libero. Pertanto, ti consiglio di scegliere un’opzione premium, se puoi investire in questo aspetto.

Con un tema WordPress a pagamento stai investendo nella stabilità del tuo sito web, e potrai concentrarti sui contenuti, senza passare le giornate a cercare di far funzionare i plugin come vuoi tu o a organizzare un bel template.

Inoltre, acquistando un tema WordPress a pagamento, stai direttamente sostenendo la comunità di sviluppatori WordPress. Spendere i tuoi soldi in questo modo garantisce la crescita della comunità, il che significa che in futuro saranno disponibili altri temi e plugin ancora migliori e performanti.

Conclusioni

Quando si tratta di un progetto alle prime armi, la tentazione di risparmiare denaro scegliendo un tema WordPress gratuito può essere travolgente. Tuttavia, a meno che non si è veramente a corto di soldi o non si hanno esigenze incredibilmente limitate, io consiglio l’acquisto di un tema di alta qualità premium.

Ricapitoliamo ancora una volta le differenze chiave tra i temi gratuiti e premium:

  1. I temi WordPress Free sono totalmente gratuiti, senza vincoli.
  2. La mancanza di feature nei temi gratuiti li rende snelli, e quindi tipicamente più veloci da caricare.
  3. I temi Premium sono dotati di molte più funzionalità fuori dagli schemi.
  4. Il supporto e gli aggiornamenti continui fanno sì che i temi premium siano più sicuri nel lungo periodo.
  5. I temi premium di solito vengono forniti con un sacco di opzioni di personalizzazione back end, quindi raramente c’è bisogno di approfondire il codice.

Io spero che questo articolo ti sia servito a chiarirti un po’ le idee per il prossimo passo nella creazione del tuo sito. Ti invito a considerare che un sito web dovrebbe farti guadagnare direttamente o indirettamente, per questo investire su questo strumento è assolutamente la cosa migliore da fare.

Lasciami un commento qui sotto e visita la pagina Facebook, e già che ci sei, lascia un like così da rimanere collegato al Plan B Project.

Se ti è piaciuto l’articolo, non dimenticare di iscriverti alla newsletter per restare aggiornato sui prossimi contenuti!

Tabella dei Contenuti

Iscriviti alla newsletter

Tabella dei Contenuti
Giacomo Lanzi

Giacomo Lanzi

Dopo studi in psicologia e letteratura, dal 2010 mi sono dedicato alla grafica web e all'editing per testi universitari. Sono un content creator per il web dal 2012. Dopo un'esperienza di due anni come manager di un team italiano per una compagnia internazionale a Berlino, ho deciso di tornare alla libera professione e di dedicarmi del tutto al web. Oggi offro servizi come autore, content creator, grafico web e SEO expert. Mi caratterizzano un attitudine al pensiero critico, abilità nella guida di un team, la cura dei dettagli e l'impegno che metto in ogni progetto, siano essi personali o professionali.

Iscriviti alla newsletter