WordPress performance: cosa fa Elementor per il tuo sito

Una buona WordPress performance di un sito che utilizza Elementor per alcuni è impossibile, ma il team è al lavoro per fornire prestazioni migliori.
Ultima modifica il 15 Giugno 2021
Tempo di lettura: 9 min.

Parliamo di cosa ha in serbo Elementor per il 2021, in particolare dell’ottimizzazione delle prestazioni. Mentre continuano a pianificare e sviluppare nuove fantastiche funzionalità richieste dalla comunità, quest’anno si stanno impegnando a migliorare le prestazioni dei siti web dei loro utenti. Una buona WordPress performance di un sito che utilizza Elementor è possibile, bisogna solo capire come.

In questo articolo, ti mostro alcune delle azioni che già hanno intrapreso per raggiungere performance migliori e ti parlerò anche di ciò che arriverà durante nel prossimo futuro.

Le prestazioni dei siti web sono state un problema per i creatori di siti fin dagli albori di Internet. Essendo io stesso un web master, mi sono spesso fatto domande come:

  • Il mio sito è troppo lento? Sta causando alte bouncing rate o danneggiando il mio posizionamento su Google?
  • Devo rinunciare a una certa funzionalità per migliorare la velocità del sito?
  • Perché ci sono ancora problemi di performance? Pensavo di aver coperto tutte le basi qui!

Quindi sì, ottenere prestazioni ottimali da un sito web è sempre stata una sfida per i creator del web, indipendentemente dalla piattaforma o dagli strumenti che abbiamo usato.

wordpress performance speed concept

Qual è il problema della WordPress performance con Elementor?

Con così tanti fattori rilevanti che influenzano le prestazioni, non è sempre facile isolare il vero problema, per non parlare di trovare una soluzione. Questo è esattamente il motivo per cui sto creando una nuova sezione del mio video corso su Elementor dedicata solo alle prestazioni. In questa sezione ci addentreremo in ogni fattore importante che può influenzare le prestazioni del tuo sito, che sia legato a Elementor o meno e ti guiderò attraverso il processo per migliorare la tua WordPress performance, anche se stai usando un page builder come Elementor.

Per rendere le cose veramente interessanti, Google ha recentemente annunciato che le prestazioni del sito web ora giocheranno ufficialmente un ruolo nel suo algoritmo di classificazione. Questo mette la questione delle prestazioni sotto i riflettori, sollevando preoccupazioni tra i proprietari di siti web in tutto il mondo. Ecco perché negli ultimi sei mesi, il team di ricerca e sviluppo e di SEO di Elementor ha lavorato instancabilmente per assicurarsi che i siti web sviluppati con il loro prodotto superino questo aggiornamento e lo facciano a pieni voti.

Seguo da vicino ciò che il team di sviluppo di Elementor fa e produce, perché lo trovo un ottimo prodotto con enormi potenzialità che molti ancora, putroppo, sottovalutano, oppure considerano con grandi pregiudizi. Inoltre, sono ufficialmente nella squadra degli Elementor expert e ne ho fatto una materia di insegnamento.

Il mio obiettivo primario è quello di assicurarmi che Elementor non influenzi negativamente le prestazioni del tuo sito. Quindi, senza ulteriori indugi, immergiamoci negli sforzi per migliorare la WordPress performance di un sito che usa Elementor come page builder.

I 5 settori in cui migliorare le WordPress performance

Al di là dell’ottimizzazione nel ciclo di sviluppo del prodotto, il processo per migliorare le prestazioni di Elementor consiste in un approccio su cinque passaggi o fasi. Sono già stati apportati dei miglioramenti significativi in alcune di queste aree, mentre altre saranno affrontate nelle prossime versioni di Elementor.

La performance è diventata una parte integrante della pipeline di sviluppo di Elementor. Possiamo quindi aspettarci soluzioni sempre migliori e più complete nelle prossime versioni. Ogni versione di Elementor è ora convalidata rispetto a una varietà di metriche di prestazioni per garantire che nessuna nuova caratteristica, ritocco o correzione abbia un effetto negativo sui siti web esistenti costruiti con Elementor.

Ora esaminiamo i 5 passaggi uno per uno:

1. Carica solo ciò di cui hai bisogno

Si sta migliorando molto il modo in cui Elementor carica le risorse per garantire che carichi solo ciò di cui ha bisogno in ogni pagina. Nelle ultime versioni sia di Elementor che di Elementor Pro, è stato introdotto l’esperimento di caricamento ottimizzato delle risorse per la WordPress performance, accelerando ogni pagina caricando solo le funzionalità necessarie. (Informazioni tecniche)

Questa funzionalità la trovi tra quelle sperimentali e dovrai attivarla manualmente. Per farlo, dal menù di WordPress, vai su Elementor » Impostazioni » tab Esperimenti e abilita la funziona “Caricamento delle risorse migliorato.

WordPress performance elementor esperimento
La schermata in cui trovi l’opzione sperimentale di ottimizzazione degli asset caricati.

Sono state aggiunte anche opzioni di lazy load per alcuni widget e il team continuerà a farlo in futuro. Per esempio, il widget Video include un’opzione di lazy load, dandoti la possibilità di sostituire il lettore video completo incorporato con una miniatura statica dell’immagine. L’immagine passerà poi di nuovo al video completo una volta che un visitatore interagisce con essa.

Utilizzando queste tecniche, è possibile ridurre notevolmente la dimensione della pagina e il numero di richieste HTTP durante il caricamento iniziale della pagina, il che porterà a un’esperienza molto più veloce per i tuoi visitatori.

2. Ridurre l’uso di librerie JavaScript/CSS e sfruttare il supporto nativo del browser

Da quando è stato lanciato Elementor cinque anni fa (giugno 2016), i browser web si sono molto evoluti. Ora alcune caratteristiche che richiedevano librerie esterne cinque anni fa possono essere implementate utilizzando il supporto nativo del browser. Questo rende l’implementazione molto più efficiente e può, in alcuni casi, ridurre notevolmente il tempo di esecuzione di JavaScript.

Un esempio di questo è la libreria Waypoints che, in alcuni casi, è stata sostituita con l’API nativa Intersection Observer.

Il team punta a ridurre l’uso di questi tipi di librerie CSS e JavaScript per sostituirle con il supporto nativo del browser ovunque sia possibile. A quel punto, ottimizzare le WordPress performance di un sito che utilizza Elementor sarà ancora più semplice.

3. Migliorare e ottimizzare il JavaScript e il CSS interni esistenti

Il team sta continuando a migliorare e ottimizzare l’attuale JavaScript e CSS interno di Elementor.

Esempi di questo includono la capacità di configurare il metodo di caricamento di Google Fonts e la proprietà font-display aggiunta alla libreria Font Awesome. Questi miglioramenti dovrebbero ridurre i processi di blocco del rendering per questi file e fornire un’ulteriore ottimizzazione dei file CSS e JS esistenti.

4. Ottimizzare i processi backend e rendering per la WordPress performance

Ottimizzare i processi di backend e rendering

Con l’introduzione di Elementor 3.0, è stato migliorato il meccanismo di caricamento e rendering dei CSS dinamici. Elementor scansionava le pagine alla ricerca di elementi con valori dinamici ad ogni caricamento della pagina.

A partire da Elementor 3.0, quando una pagina viene creata e visitata per la prima volta, Elementor crea una cache di tutti gli elementi con valori dinamici. Poi, invece di scansionare la pagina per gli elementi dinamici ogni volta che una pagina viene visitata, la lista viene recuperata dalla cache e resa immediatamente. Questo migliora sensibilmente la WordPress performance di un sito.

Questo migliora significativamente i tempi di rendering lato server e si traduce in notevoli miglioramenti. Hanno in programma di implementare ulteriori miglioramenti nell’analisi di Elementor in futuro.

5. Output di codice migliorato, più leggero e migliore in generale

Infine, il team di Elementor ha intenzione di continuare a migliorare e snellire l’output di codice che Elementor genera per ridurre le dimensioni del DOM.

Hanno già iniziato a fare questi miglioramenti in Elementor 3.0, dove sono state rimossi tre elementi wrapper per creare un DOM più piccolo e semplificare l’output del codice. In Elementor 3.2, sono stati rimossi altri due elementi per ottenere riduzioni ancora maggiori delle dimensioni del DOM. Altre riduzioni sono previste nel prossimo futuro.

Per quanto molto utili, queste migliorie hanno un minimo rischio di sballare la resa grafica del sito nel caso sia stato applicato CSS custom usando come selettori gli elementi div rimossi. Se usi CSS custom sul tuo sito Elementor, controlla che sia tutto in ordine.

Come puoi vedere, nuove caratteristiche, miglioramenti e revisioni sono previsti nel 2021 e negli anni a venire. Tutto questo è fatto nel tentativo di aiutarci a continuare a costruire siti web sorprendenti con prestazioni migliori.

Se non hai ancora aggiornato all’ultima versione, assicurati di farlo per godere di questi e altri miglioramenti. Puoi inoltre trovare ulteriori migliorie e funzionalità in beta o alfa test nella sezione degli esperimenti dalla schermati di impostazioni.

Come usare Elementor in modo professionale

Come forse saprai, ci sono molti fattori non legati all’Elementor che influenzano le prestazioni del tuo sito WordPress. Questi includono l’ottimizzazione delle immagini, l’hosting web, i provider di server, CDN e altro ancora.

Poiché il mio obiettivo è quello di consentire ai miei studenti e visitatori di implementare un’ottimizzazione completa di WordPress, ho creato risorse gratuite e non, come corsi online e video su YouTube proprio per questo scopo.

  • Troverai il miglior corso su Elementor Pro in lingua italiana su Udemy.com, con review da almeno 4.6/5, oltre 8 ore di corse in continuo aggiornamento. Se vuoi il corso scontato, puoi iscriverti alla newsletter di Plan B Project per ricevere uno sconto immediato e gli sconti sempre aggiornati ai miei corsi. (Form di iscrizione nella sidebar o in fondo all’articolo).
  • Il canale YouTube di Plan B Project pubblica abbastanza regolarmente nuovi contenuti su WordPress e i suoi plugin, per usare la piattaforma in modo professionale.
  • Inoltre, troverai moltissimi materiali gratuiti anche qui sul sito. Puoi anche richidere una consulenza iniziale gratuita per il tuo progetto, richiedere in preventivo o una consulenza specifica su un tema inerente alla tua situazione.

Il corso su Elementor verrà aggiornato in continuazione con sezioni specifiche per la performance e le novità del miglior page builder per WordPress.

Se ti è piaciuto l’articolo, non dimenticare di iscriverti alla newsletter per restare aggiornato sui prossimi contenuti!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

I corsi di Plan B Project su Udemy

Tabella dei Contenuti

Iscriviti alla newsletter

Tabella dei Contenuti
Giacomo Lanzi

Giacomo Lanzi

Dopo studi in psicologia e letteratura, dal 2010 mi sono dedicato alla grafica web e all'editing per testi universitari. Sono un content creator per il web dal 2012. Dopo un'esperienza di due anni come manager di un team italiano per una compagnia internazionale a Berlino, ho deciso di tornare alla libera professione e di dedicarmi del tutto al web. Oggi offro servizi come autore, content creator, grafico web e SEO expert. Mi caratterizzano un'attitudine al pensiero critico, abilità nella guida di un team, la cura dei dettagli e l'impegno che metto in ogni progetto, siano essi personali o professionali.

Nuovo
corso

approfitta degli sconti

WooCommerce da zero a esperto!

Il corso completo per imparare ad usare WooCommerce come un professionista. Ecco alcuni temi trattati:

  • Impostazione completa del negozio online
  • Personalizzazione delle email
  • Approfondimento di ogni funzione del plugin

Iscriviti qui sotto per avere subito un prezzo scontato.

Iscriviti alla newsletter
ottieni sconti e promozioni