Come imparare dagli errori e avere successo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
metti in pratica ciò che impari
Avere successo significa commettere errori lungo il percorso. Analizzarli e trarre degli insegnamenti è necessario per il tuo business. #fallimento #successo #averesuccesso #crescitapersonale
Ultima modifica il 11 Ottobre 2020
Tempo di lettura: 7 min.

“Una persona intelligente commette un errore, impara da esso e non lo commette mai più”. Nessuno è immune dal commettere errori, ma se ci scusiamo e continuiamo come prima, rischiamo di ripetere gli stessi errori senza imparare nulla. Quando ripetiamo gli stessi errori senza imparare nulla da essi, otteniamo solo di essere più stressati e perdiamo la sicurezza in noi. Un errore e/o un fallimento, sono una spinta alla crescita personale molto importanti. Vediamo come usare gli errori a nostro vantaggio per avere successo.

Ammetti i tuoi errori

Non puoi imparare nulla da un errore se prima non ammetti di averlo commesso. Quindi, fai un respiro profondo e ammetti l’errore. Informa chi ha bisogno di sapere, scusati e dì loro che stai lavorando a una soluzione. Dire “mi dispiace” richiede coraggio, ma è molto meglio confessare che nascondersi il proprio errore o, peggio, dare la colpa agli altri. La gente si ricorderà del tuo coraggio e della tua integrità anche molto tempo dopo aver dimenticato l’errore originale.

Avere successo a volte significa anche ammettere un errore e provare a rimediare prima che sia troppo tardi.

Riformula l’errore

Il modo in cui vedi i tuoi errori determina il modo in cui reagisci ad essi e cosa fai dopo. È probabile che vedrai l’errore sotto una luce negativa per tutto il tempo in cui persisterà lo shock e il disagio iniziale. Ma, se riuscirai a rielaborare l’errore commesso e identificarlo come un’opportunità per imparare, questo ti aiuterà a diventare più consapevole e resistente.

Quando avrai riconosciuto la tua mancanza, pensa a cosa potresti fare per evitare che si ripeta. Ad esempio, se non hai eseguito correttamente un processo, considera la possibilità di introdurre una lista di controllo più solida o un documento di processo più chiaro.

Smetti di tormentarti, fermati un attimo a riflettere e inizia a pensare a come potete trarre vantaggio dalla situazione. E poi, per quanto le conseguenze siano gravi, una volta commesso, non si può tornare indietro. È davvero inutile piangere sul latte versato. Per avere successo dovrai sempre guardare in avanti.

Suggerimento:
La tua mentalità gioca un ruolo significativo nel modo in cui vedi i tuoi errori e, soprattutto, nel modo in cui reagisci ad essi.

Se hai una mentalità da crescita, probabilmente vedi già gli errori come un’opportunità per migliorare, e non come qualcosa che sei condannato a ripetere. Il più grande ostacolo che puoi incontrare è pensare che tu non possa migliorare. Vorrebbe dire che nessun errore ti farà imparare nulla.

Analizza il tuo errore

Poi bisogna analizzare il tuo errore in modo onesto e obiettivo. Poniti le seguenti domande:

  • Cosa stavo cercando di fare?
  • Cosa è andato storto?
  • Quando è successo?
  • Perché è andata male?

Per problemi complessi o più critici, uno strumento più approfondito, come il Causal Factor Charting, può essere più appropriato che il classico metodo delle 5 domande.

Condurre questa autopsia all’errore commesso dovrebbe rivelare ciò che ha portato all’errore stesso ed evidenziare quello che deve essere cambiato per evitare che si ripeta in futuro. L’analisi della realtà e delle situazioni è fondamentale per condurre in modo appropriato un business e per avere successo nel farlo. Imparare dagli errori è essenziale per gestire ogni situazione al meglio.

Avere successo è una questione di squadra e apertura mentale

Metti in pratica le lezioni apprese

Il pericolo nascosto in questa fase è che le pressioni lavorative ti costringono a tornare alla tua routine e ai comportamenti avuti fino a quel momento. Le lezioni che hai individuato nelle fasi precedenti potrebbero languire, non realizzate, come semplici buone intenzioni. In altre parole, imparare le lezioni è una cosa, ma metterle in pratica è un’altra!

Agire in base a ciò che hai imparato richiede disciplina e motivazione per cambiare le tue abitudini o il modo in cui il tuo team lavora. In futuro ti aiuterà ad evitare l’auto-sabotaggio e ti permetterà di raccogliere frutti e benefici dell’implementazione di pratiche migliori di lavoro.

Identifica le competenze, le conoscenze, le risorse o gli strumenti che ti impediranno di ripetere l’errore. Fallo con attenzione, però, perché le soluzioni veloci porteranno probabilmente a ulteriori errori. Qualsiasi azione che intraprenderai per implementare il tuo nuovo metodo deve essere duratura, e qualcosa che puoi impegnarti a fare.

Suggerimento 1:
Imparare dagli errori e mettere in pratica questo apprendimento, comporta un cambiamento. Se questo cambiamento avrà un impatto sulle altre persone, il modello di gestione del cambiamento ADKAR potrebbe aiutarvi a farli parte del cambiamento e mantenere le nuove abitudini.

Suggerimento 2:
Non avere paura di chiedere aiuto a colleghi o al manager se non sei sicuro di quale tattica o strumento sarà più efficace per prevenire ulteriori errori. Coinvolgere altre persone è un ottimo modo per farle sentire coinvolte. Inoltre, può essere particolarmente importante quando si commettono errori a livello di team o di organizzazione. Quindi, promuovi un ambiente in cui le persone si sentano a proprio agio nell’esprimere le loro idee.

Che fallimento e successo vanno a braccetto deve essere chiaro per tutto il team, non solo per te.

Esamina i tuoi progressi

Per avere successo le analisi sono di fondamentale importanza. Bisogna avere sempre dei punti di riferimento tangibili e concreti, che si definiscono solo tramite delle analisi accurate degli eventi e delle situazioni coinvolte. Questo è vero anche per gli errori.

Potresti dover provare diversi modi per mettere in pratica ciò che hai imparato prima di trovare il metodo perfetto che ti impedisce di ripetere gli errori del passato. Il ciclo di Deming, Plan-Do-Check-Act, è un ottimo strumento per individuare le soluzioni più efficaci.

Controlla l’efficacia della tattica scelta rivedendo analizzando i dati concreti e la natura degli errori che vengono ancora commessi. Chiedi a qualcuno di ritenerti responsabile per aiutarti a rimanere fedele al tuo nuovo modus operandi.

Punti chiave

Errare è umano, e non dobbiamo punirci per gli errori che commettiamo. Solo gli stolti si convincono che la colpa è loro e nulla può cambiare, vivendo poi una vita sottomessa al senso di colpa e inadeguatezza.

Gli errori possono essere grandi opportunità per imparare e per migliorarsi a livello personale, oltre che organizzativo. Abbiamo solo bisogno di imparare piuttosto che sentirci in colpa. Mettere in pratica ciò che si impara sarà poi la strada più ovvia per avere successo.

Quando tu, o uno dei membri del tuo team, commettete un errore:

  • Ammettetelo. Non fate gli scarica-barile. È dannoso a lungo termine, e si perde potenziale di apprendimento.
  • Riformulate il vostro errore come un’opportunità per imparare e migliorarsi.
  • Esaminate ciò che è andato storto, per capire e imparare.
  • Identificate le abilità, le conoscenze, le risorse o gli strumenti che vi impediranno di ripetere l’errore.
  • Esaminate i vostri progressi.

Dagli errori si impara solo quando si accetta che non c’è un vero successo senza qualche fallimento, e quando si pensa in un’ottica di progressione costante, piuttosto che in una di sensi di colpe e paura di fallire.

Se ti è piaciuto l’articolo, non dimenticare di iscriverti alla newsletter per restare aggiornato sui prossimi contenuti!

Tabella dei Contenuti

Iscriviti alla newsletter

Tabella dei Contenuti
Giacomo Lanzi

Giacomo Lanzi

Dopo studi in psicologia e letteratura, dal 2010 mi sono dedicato alla grafica web e all'editing per testi universitari. Sono un content creator per il web dal 2012. Dopo un'esperienza di due anni come manager di un team italiano per una compagnia internazionale a Berlino, ho deciso di tornare alla libera professione e di dedicarmi del tutto al web. Oggi offro servizi come autore, content creator, grafico web e SEO expert. Mi caratterizzano un attitudine al pensiero critico, abilità nella guida di un team, la cura dei dettagli e l'impegno che metto in ogni progetto, siano essi personali o professionali.

Iscriviti alla newsletter
ottieni sconti e promozioni