5 regole per essere un buon imprenditore

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Le regole per essere un buon #imprenditore digitale sono molte, ma ce ne sono 5 su cui puoi lavorare subito e che faranno la differenza. #entrepreneur #imprenditoria #5regole
Tempo di lettura: 6 min.

L’imprenditorialità è più di una semplice scelta di carriera, è uno stile di vita. Molti si perdono a pensare a come diventare imprenditore digitale, senza veramente mettere in campo nulla di nuovo. Ci sono però delle regole per essere un buon imprenditore. Seguirle significa avere successo, trascurarle potrebbe essere il passo falso che smantella i tuoi sogni da entrepreneur.

Le regole per essere un buon imprenditore

Poiché essere un imprenditore consuma la vita personale e quella professionale, è molto probabile che diventerai una persona diversa una volta intrapresa seriamente questa carriera. Un imprenditore non smette di praticare le abilità che lo rendono tale dopo l’orario di lavoro. Ecco perché le regole per essere un buon imprenditore, in realtà, sono quei mindset che caratterizzano una persona di successo.

Il tuo approccio alla risoluzione dei problemi deve cambiare, imparerai nuove competenze e acquisirai maggiore familiarità con settori e mercati che non conoscevi. Subirai un cambiamento di personalità, nel bene e nel male.

Entro un anno o due dall’essere un imprenditore, ti accorgerai di quanto le cose che sto per dirti sono tanto reali quanto semplici. Le regole che sto per elencare, sono il frutto del modo di pensare da imprenditore che si insinuerà nella tua testa. Prima sarai pronto a gestire questo cambiamento, prima padroneggerai le regole su come diventare un imprenditore digitale.

È possibile che durante il tuo percorso da imprenditore, la prospettiva sulla vita subirà un sensibile cambiamento, sii pronto.

1. Tutto è soggetto a valutazione

Gli imprenditori sono comandanti d’azienda. Sono responsabili della supervisione di tutto, dalle operazioni alla gestione, alla contabilità, alle vendite e al marketing. Di conseguenza, devi imparare a vedere le cose da una prospettiva di alto livello. Devi essere abile nel dare giudizi e valutazioni rapidi in circostanze difficili. Nel corso di una giornata, sarai costretto a valutare la forza dei tuoi modelli finanziari, la produttività del team e la fattibilità delle ultime proiezioni delle scadenze.

Per semplificare il processo, inizia a valutare tutto nella tuo vita. Quando deciderai in quale ristorante mangiare, fai una lista mentale di pro e contro. È un ottimo modo per allenarsi a prendere decisioni. Un altro esempio: quando andrai a vedere un film, pensa a tutti i punti forti del film.

Valuta ogni situazione in termini di rischio e di ricompensa. Ti sembrerà, infine, così naturale che lo farai anche senza accorgertene.

2. Non pensare alle conseguenze delle tue decisioni

Ognuno prende decine di decisioni ogni giorno, che vanno dal colore della camicia a cosa mangiare a colazione, fino alla decisione di trasferimento o meno in una nuova città. Come imprenditore, prenderai ancora più decisioni, e la maggior parte di esse ti sembreranno più significative delle decisioni ordinarie. Ti renderai conto che le decisioni prese di getto a volte possono dare risultati decenti e le buone decisioni non garantiscono la vittoria.

La regola per essere un buon imprenditore, in questo caso, riguarda il non pensare alle conseguenze della tue azioni. Non farti intimidire da quello che potrebbe derivare da una decisione sbagliata, ma prendi la migliore decisione possibile il più rapidamente possibile.

Solo in questo modo avanzerai nella carriera, fino a diventare imprenditore partendo da zero.

3. Non farti intimidire dai problemi

Nelle imprese e nelle start-up, i problemi sembrano sorgere dal nulla. Ogni giorno c’è almeno un nuovo inconveniente e almeno un cambiamento importante che non hai visto arrivare. Durante la tua esperienza come imprenditore, diventerai più bravo a gestire questi problemi man mano che si presentano e anche tutti gli altri problemi della vita diventeranno meno intimidatori. Piuttosto che vederli come dei grossi impedimenti, vanno affrontati come semplici enigmi inevitabili e che richiedono di essere risolti.

4. Le persone sono più importanti

L’imprenditorialità ti spinge a capire l’importanza delle altre persone nella tua vita.

La famiglia e gli amici sono lì a sostenerti nei momenti più stressanti. Investitori e mentori aiutano a prendere le decisioni giuste. Partner e compagni di squadra aiutano a mantenere la tua visione fino al successo. I tuoi clienti creano la tua attività.

I rapporti umani dettano il successo e bisogna imparare a valorizzarli il più possibile.

Regole per essere un buon imprenditore, trattenere le idee.

5. Trattenere le idee

Nel corso di una giornata, scommetto che la maggior parte della persone genera almeno una mezza dozzina di idee. Queste possono essere grandi, come l’idea per un nuovo business, o piccole, come quella per un nuovo piatto da preparare a cena.

Indipendentemente dalla qualità o dalla portata di queste idee, la maggior parte di esse si perde, per non essere mai più pensata. Quando però non si è abituati a ragionare sulle idee, il rischio è che tutte scivolino via per non essere più pensate.

Tra le regole per essere un buon imprenditore, quella più importante è non lasciarsi scappare mai più un’idea. Anzi, ognuna delle idee che ti verranno, andrà esplorata e presa in considerazione nella pratica.

Capito questo principio, per cui le idee sono il motore dell’imprenditoria, sarai più disposto ad ascoltare ed esplorare anche le idee altrui.

Ogni idea deve spingerti a ragionare e riflettere. Anche le cattive idee, se manipolate, possono diventare buone.

Pensando a come diventare imprenditore digitale, non sai mai quando o come inizierà la prossima grande impresa, quale idea ti spingerà nella direzione migliore. Se vuoi iniziare da una regola per essere un buon imprenditore, allenarsi a trattenere e ragionare sulle idee, è quella ideale.

Conclusioni

Non lasciarti intimidire dai cambiamenti di prospettiva che queste regole impongono. È vero che l’imprenditorialità ti cambia, ma nella maggior parte dei casi lo fa in meglio.

Se non sei disposto a rischiare per un guadagno potenzialmente monumentale, potresti non essere tagliato per fare l’imprenditore.

Essere un imprenditore è un viaggio impegnativo, gratificante ed emozionante. Sia che fallisca di brutto o che diventi un enorme successo, sarai grato di averlo intrapreso.

Se ti è piaciuto l’articolo, non dimenticare di iscriverti alla newsletter per restare aggiornato sui prossimi contenuti!

Tabella dei Contenuti

Iscriviti alla newsletter

Tabella dei Contenuti
Giacomo Lanzi

Giacomo Lanzi

Dopo studi in psicologia e letteratura, dal 2010 mi sono dedicato alla grafica web e all'editing per testi universitari. Sono un content creator per il web dal 2012. Dopo un'esperienza di due anni come manager di un team italiano per una compagnia internazionale a Berlino, ho deciso di tornare alla libera professione e di dedicarmi del tutto al web. Oggi offro servizi come autore, content creator, grafico web e SEO expert. Mi caratterizzano un attitudine al pensiero critico, abilità nella guida di un team, la cura dei dettagli e l'impegno che metto in ogni progetto, siano essi personali o professionali.

Iscriviti alla newsletter